lunedì 28 gennaio 2008

Il tempo

Tempo, ma esisti davvero?
Tutti si sottomettono a te,
come a una divinità assoluta,
indiscutibile.
Ma tu nasci da esigenze umane,
troppo umane,
sei figlio della necessità,
sei generato dall’ansia
della sopravvivenza,
sei costruito sui sensi umani,
dalla nostra limitata capacità sensoriale.
Un giro della terra su sé stessa,
il giro della terra attorno al sole,
sei tutto qui ,
cosa potresti dire a una coscienza aliena?
Nulla!
Hai bisogno degli uomini,
e gli uomini non hanno bisogno di te,
tempo, nasci nella coscienza umana
e morirai con essa,
quando scomparirà questa goccia di luce
nell’infinito della vita umana
tornerai nel nulla,
dal quale ti abbiamo tratto
e che rappresenta
la tua vera e unica essenza।
--------------
By Dragon

3 commenti:

Dolcelei ha detto...

Il tempo..non si vede, non si sente e non si tocca..eppure senza di lui non si può vivere, più ne abbiamo più ne desideriamo. Il tempo è desiderato più di ogni altra cosa al mondo. Del resto senza di lui non esiste nulla.
Mi fa pensare molto la tua bella poesia..
Abbraccione

altraepoca ha detto...

tic..tac...tic...tac...il suono del tempo che passa.
bello il tuo blog.
a presto

altraepoca

Anonimo ha detto...

"tempo"chi sono io.non soffro per voi mortali."tu" attimi di luce che perduti nel sonno.sono dolore che vaga tra i ricordi.esisto perchè vivo sulla tua pelle:"io che son uomo".e dal mio ultimo sospiro"ricordami"senza tempo