giovedì 10 gennaio 2008

Rapimento

Un impeto celestiale del cuore,
un soffio proveniente dall’infinito
in un attimo
i moti dell’animo
mi rapiscono
nel tuo tumultuoso divenire.
Un pianto di spine
avvolge un cuore in tormento,
estasi nostalgiche
volano nei deserti aridi
e vuoti di sogni.
Sulle rocce bruciate dal sole
ricerco una goccia pulsante di vita,
sogno di un mattino mai sbocciato,
alba mattutina
di un sorriso mai incontrato.
Attonito osservo il tuo sgomento
la mia dolce tristezza
accarezza i tuoi pensieri.
Il cuore sincero del mondo
attraversa i deserti aridi della ragione,
i demoni custodi dell’oscurità
si ergono a baluardi
del dolce fluire
dello scintillante incantesimo
di stelle danzanti
sui ritmi di note
morbide e incantevoli
di un rapimento d’amore
che si perde, felice,
in un assurdo, immenso,
spietato e piccolo infinito.
-----------
By Dragon

1 commento:

Dolcelei ha detto...

Bella ma molto triste..
Ciauz ^_^