lunedì 15 dicembre 2008

--------
Ansia d’infinito
--------
Ansia di assoluto
sei padrona di me,
angosciosa ricerca
in un tormento infinito,
coscienza immolata
agli eventi mitologici
dell’umano divenire.
Vago alla ricerca
del senso primordiale,
in labirinti sensuali
offuscati dalla luna,
solco il vuoto di strade
accidentate da sassi
e bruciate dal sole.
Fissando mille sguardi
sprofondo nel nulla,
guardando i tuoi occhi
sono accecato
dal bagliore delle stelle.
Domande infinite
diluviano nella mia mente,
Perché ti amo così tanto?
Il mio cuore batte
solo se pulsa con te,
il tuo soave incanto
riesce a salvarmi
dal richiamo
terribile e irresistibile
delle tenebre.
Voliamo amore mio,
raggiungiamo insieme
la suprema verità
la felicità assoluta
la gioia indescrivibile
racchiusa nelle gocce
di eternità
dove risplendono i fiumi
dei nostri sogni
che ci sospingono
nel mare dell'infinito
--------
By Dragon
-----------

2 commenti:

Dolcelei ha detto...

"Ansia d'infinito" E' questo che Distingue l'uomo da tutto il resto, rendendolo unico nel creato.
Stupenda!!! Un abbraccio ^_^

giada ha detto...

Ciao Dragon sempre più belle le tue poesie ..complimenti al tuo poetare
Buona serata amico mio
e a presto
Giada